UnaStoriadalTerremoto

UnaStoriadalTerremoto has written 31 posts for TerreMOti racconto
la-valigia

la valigia

Al telefono mi dice “Sto tornando con una sorpresa” e io penso immediatamente a un cucciolo di cane. Per fortuna mi sbaglio. Torna a casa con una valigia, o meglio con la valigia. La valigia è un trolley azzurro polvere (al momento con una spiccata sfumatura rosso mattone) nel quale sono contenuti dieci, forse quindici, […]

La famiglia

In 13 anni che sono in questo palazzo, sulle 30 famiglie che ci abitano, ne conoscevo al massimo 10. “Grazie” al terremoto abbiamo tutti legato tanto, ci salutiamo dando del tu a chiunque, senza nessun tipo di soggezione o diffidenza. Perchè abbiamo vissuto insieme tutto quello che è successo, chi al primo piano con la […]

Una storia antica

“Cosa vuoi che ti dica, solo che costa sempre fatica e che il vivere è sempre quello ma è storia antica. (…) Dammi ancora la mano anche se quello stringerla è solo un pretesto per sentire quella tua fiducia totale che nessuno mi ha dato o mi ha mai chiesto”. Ho pensato a questa canzone […]

Lettera dal sisma

Cara Aka, per il terremoto nessun guaio concreto per quanto mi riguarda personalmente. La casa si stava già aprendo a libro anni fa e abbiamo provveduto a incatenarla e a fare le fondamenta che non c’erano. Ora sono quasi tranquillo, anche perchè se si ha la fortuna di stare in un posto dove il terremoto […]

La mia terra

La terra trema e con lei i cuori degli uomini. I capisaldi si spezzano e tutto pare irrimediabilmente compromesso. Ma siamo stati peggio, io non l’ho visto non l’ho vissuto, ma le mie orecchie lo hanno ascoltato nei racconti di chi un tempo c’era ed ora ormai è passato a  miglior vita. Racconti di tempi, […]

Le parole ai tempi del terremoto

Stefano Aurighi, giornalista videomaker Officine Tolau – officinetolau.blogspot.com

Quello che non si riesce a spiegare

Non ho amici che hanno riportato danni diretti con il terremoto, ho però alcuni amici che vivono in zone contigue: parlando con loro ho sentito, molto distinguibile, un livello elevato e comune di shock:  questa è la cosa che, da lontano, colpisce di più. Poi c’è in loro, rispetto agli eventi patiti, un vissuto molto […]

1 giugno 2012

Oggi è il mio  compleanno. Lo festeggio anche così: provo a scrivere per me, ma anche per voi, amici lontani che in mille modi avete voluto sapere e capire che cosa sta accadendo qui. Il simbolo di questi giorni, per me è un’immagine che porto  impressa nel cuore: una casa spaccata a metà, una libreria […]

ritiro zaini dalle 11 alle 13

Stamattina, dalle 11 alle 13, il Comune permetteva di entrare nelle scuole per recuperare gli zaini lasciati dai bambini sfollati la mattina di martedì. Sono andata, baldanzosa e fiera, senza mettere in conto lo spettacolo che mi si sarebbe parato davanti. Niente macerie o calcinacci, no. Qualcosa di assai più semplice: il tempo congelato nelle […]

Bondeno

Io e Roberta stavamo andando a trovare un amico che abita in piena zona terremotata che con la moglie dorme da ieri in tenda dopo tante notti passate in macchina. Naturalmente con tante deviazioni a causa delle strade dissestate mi sono perso e ho chiesto informazioni a quattro ragazzi della protezione civile che stavano lavorando […]

…e il terremoto in Emilia continua…

Quando la natura non ti lascia tregua, le relazioni umane confortano ed incoraggiano a sopportare. Se si vuole aiutare qualcuno, occorre riflettere sul modo migliore per farlo per non urtare la sensibilità di chi riceve. Ieri sera, il mio amico Antonio, mi ha raccontato una bella storia. E’ tutto vero tranne i nomi delle protagoniste. […]

Io e Nuccini a Finale Emilia

Arriviamo a Finale. E’ una giornata torrida di fine maggio. Il paese è transennato ovunque. Ci portiamo fino al confine della zona rossa. Oltre non si va. Chiacchieriamo con la gente. C’è grande dignità e tanta voglia di ricominciare. Ottima è l’organizzazione dei soccorsi. Al bar della piazza, tra le camionette dei Pompieri e le […]

Ferrara in bianco e rosso

Oggi sono tornata a Ferrara per la prima volta dopo il terremoto. I quindici minuti del tragitto in autobus attraverso Corso Giovecca fino alla Stazione sono stati accompagnati dal filo conduttore del bianco e del rosso dei nastri che delimitavano le zone segnate dalle scosse di domenica. A cominciare dall’arco della Prospettiva, interdetto per alcuni […]

Speriamo non sia morto nessuno

Verona Conosco perfettamente il boato, gli scricchiolii, i lampadari che dondolano, il pavimento che si muove, i mobili che ballano, la paura. È il 20 maggio 2012, e alle 4 del mattino mi sveglio di soprassalto: c’è una scossa di terremoto, ed è forte! Anche mio figlio è in piedi, sembra tranquillo, lo abbraccio e […]

20 Maggio 2012 l’Emilia trema

16.03 è  l’ora indicata dal cucù, che improvvisamente ha smesso di funzionare. Io dormo profondamente da alcune ore. Un urlo: “Maaaaaammma! Maaaaaammma!” interrompe il mio dormire. Capisco subito cosa sta avvenenendo. Mi alzo, incapace di muovermi, mi siedo sul bordo del letto. Perdo il pavimento sotto ai piedi; il letto sobbalza ed ondula; i lampadari […]

TerreMoti racconto su facebook

Gallery

sulle-strade-del-terremoto 49 un-giorno-a-San-Felice (005) Le_parole_ai_tempi_del_terremoto 6 Gambro un-giorno-a-San-Felice (020) un-giorno-a-San-Felice (091) un-giorno-a-San-Felice (097) un-giorno-a-San-Felice (141) un-giorno-a-San-Felice (156) un-giorno-a-San-Felice (183) un-giorno-a-San-Felice (233) un-giorno-a-San-Felice (278) un-giorno-a-San-Felice (293) un-giorno-a-San-Felice (300)